Sporty-Vale: Scarpini

Amici… mi sono data al calcio!

non assumo calcio per le ossa… ma da qualche settimana a questa parte ho aggiunto un appuntamento nel mio programma, dedicato al calcio e più nello specifico al Cesena Calcio, squadra della mia città.

Si chiamo Scarpini la mia nuova rubrica e non la conduco da sola… anche perchè dovete sapere che sono andata allo stadio ben 2 volte nella mia vita:

un Inter -Juve di molti anni fa, quando l’Inter era allenata da Alberto Zaccheroni. In quell’occasione ero con 4 Juventini (io non tifo per nessuna squadra), solo che il mio amico che si è occupato di comprare i biglietti ha sbagliato zona e avevamo 5 biglietti per la curva Inter …

Sbagliai assetto completamente: non ricordo il mese, ma eravamo in un periodo tra l’autunno e l’inverno e io avevo le mie solite AllStar.. ho saltato ogni volta che partiva un “chi non salta Juventino è”, per non perdere definitivamente i piedi

Di quella partita ricordo i miei amici che chiaramente non potevano commentare nulla della partita.. e gli scarpini di Vieri : erano giallo fosforescente e dal terzo anello si vedevano nitidamente.

L’altra partita che ho visto era del Cesena, in casa.. ma contro chi l’ho dimenticato completamente. Il Cesena era in serie C allora. Io ero allo stadio con un’amica figlia di un ex allenatore di calcio e con l’ex vice presidente di allora. Troppa tecnica attorno a me.

Pensavo fosse chiuso il mio versante calcistico, quando per sfida più che per altro, ho accettato la proposta lanciata dal mio editore e da un giornalista sportivo di provare a fare un programma breve e simpatico sul calcio

E’ nato Scarpini (il nome lo devo a quelli di Vieri… mi sono rimasti davvero in testa), lo conduco con Daniele Magnani: 15 minuti dove io ricavo uno spazio mio per domandare cose assurde ai componenti della squadra che vengono a trovarmi…

Così ho chiesto a Luca Ceccarelli perchè le magliette si chiama T-Shirt,

a Maurizio Lauro se gli mancano di più i walkman, il proiettore o le polaroid,

ad Emanuele Giaccherini la ricetta della Pappa al pomodoro

a Simone Confalone (ex capitano del Cesena calcio) di rifarmi in diretta il gioco Simon della Hasbro cantando un jingle della radio…

Ecco.. il calcio così mi piace!!!

Prossimo appuntamento @ Radio Studio Delta, dentro InfoChiocciola, martedì 16 novembre

Annunci

Sanremo 2010, giovedì … quando si lavora a cottimo

Sono le 21.11, abbiamo finito da poco una cena rapidissima .. sì, perchè l’ultima diretta da Sanremo si chiude alle 20.00, poi dalle 21.00 dobbiamo essere di nuovo davanti al video, e in genere ci sto con il mio computerino , per guardare il festival e scrivere le impressioni

Trovo utile, per il mio lavoro, scrivere quello che succede in puntata, perchè mi puo’ servire per le interviste, anche oggi in qualche occasione, il particolare che ho notato e trascritto mi ha avvicinata di più alla persona che stavo intervistando

Fare interviste non è facile, in breve tempo bisogna cercare di entrare in sintonia con l’ospite che si ha di fronte. A volte è impossibile, a volte basta un sorriso, uno sguardo

Io mi ritengo fortunata, perchè ho buona memoria e faccio questo lavoro da tanto tempo che ho una bella valigiona di esperienze,e poi, molti artisti datati li ho già incontrati, abbiamo già riso!

Il titolo vi dice molto, a volte durante la settimana sanremese, mi pare di lavorare a cottimo, perchè sembra di essere in fabbrica, sulla linea, i cantanti arrivano e sfilano via uno dietro l’altro … e in un lasso di tempo talmente breve che non si riesce bene a realizzare che davanti a te c’è un altra persona .. quasi uno speed date

Bene, questa mattina ho dato il via ad una giornata, per molti surreale , con Marco Mengoni (e non appena Jury mi girerà le foto, le posterò) .. E’ stata l’intervista più difficile della giornata, penso che Marco sia sotto forte stress, per fortuna il mio animo rock è venuto fuori e ci siamo lanciati su una disamina su Helter Skelter dei Beatles, canzone che Marco ha interpretato durante XFactor. Oh, Marco è stato gentilissimo, anzi, è proprio dolce, solo credo che sia un po’ timido, alla fine comunque si è sbottonato e praticamente abbiamo chiuso a tarallucci e vino  🙂

Uno dei giovani che ieri sera sono stati bocciati, e me ne dispiace, è Jacopo Ratini, che si è presentato sul palco con un vestito tutto rosso! Simpaticissimo e molto terreno, e allo stesso tempo surreale! Abbiamo discusso di psicologia, lui è laureato in psicologia del lavoro, di musica popolare, di Gaber. Sapete una cosa, mi piace quando mi fanno i complimenti per come intervisto, perchè ci metto impegno e passione!

Velocemente da Jacopo Ratini sono passata ad Irene Fornaciari, Irene è la figlia di Zucchero e questo non sempre è un bene, perchè ci si porta appreso il peso del cognome, comunque, al pari del padre e forse anche meglio, Irene è davvero molto brava a cantare! Mi ha raccontato un sacco di cose, di come lei e Zucchero sono stati accolti dai Nomadi, delle sue esibizioni alla Royal Albert Hall di Londra, e poi di gnocco fritto e di buon vino emiliano , avete capito che con me si parla di tutto!! 🙂

Dopo Irene Fornaciari è arrivato Luca Marino, uno dei due giovani (o nuove proposte) che hanno passato il turno ieri sera! Mi aspettavo una persona molto timida, forse perchè ieri sera l’ho visto troppo cantautore con la giacchetta, la sciarpa e la t-shirt di topolino.. eppure lo so che non devo farmi delle idee, perchè spesso vengono smentite!

Luca è anche un aspirante fumettista, chissà, magari come Luca Carboni o come Andy dei Bluvertigo, anche lui un giorno porterà avanti il disegno e la musica

Ammetto, quando ho salutato Luca non ne potevo più, avevo bisogno di uno stop, anche perchè poi sarebbero arrivati altri grandi nomi e poi c’era da preparare anche la diretta serale … per fortuna siamo riusciti a scendere per il pranzo, in tempo utile per l’arrivo nel nostro albergo di Belen Rodriguez, con segnali di forte isteria da parte di molte persone a cui non era permesso entrare nel nostro albergo

ps: il maitre dell’albergo ci vizia, di brutto.. io e Jury siamo super coccolati da lui che forse nemmeno con Belen è così splendido ! se gli chiediamo un pranzo veloce, la nostra comanda è prima! veloce come il lampo ci prepara anche i dolci più buoni della giornata e via, ci manda al volo al lavoro( a fatica, perchè ormai rotoliamo e con questi ritmi non riusciamo ad uscire in Graziella!!)

La prima intervista Burp-Post-Pranzo era con Povia! bene, l’anno scorso ammetto che l’intervista non mi era piaciuta, vi ricordate che ho scritto che c’è sempre un intervista, nel periodo sanremese, di cui non sono soddisfatta??!!  Come sempre è entrato sorridente, si ricordava benissimo di noi e del nostro studio in camera, non vi dico le battute che si sono sprecate, perchè io e Jury dormiamo insieme e lui fa simpatiche illazioni.

 Se l’anno scorso Jury gli ha risposto, alla sua domanda se consumassimo anche altro oltre i pranzi, “ma l’hai vista??” chiaramente riferendomi a me, quest’anno, alla stessa domanda di Povia ho risposto, “ma l’hai vistoo ??” e siamo scoppiati a ridere tutti!

dai, non vi racconto dell’intervista, abbiamo riso, ci siamo divertiti, condivido molte delle cose che mi ha detto e poi, è uno che pensa spesso alle persone in difficoltà, ha molti progetti benefici, di cui non parla, Fa lui Fa!

Scivolato via Giuseppe Povia è arrivato Simone Cristicchi! Questa mattina ho letto su un qualche giornale una pagella imbarazzante, un giornalista ha scritto di Cristicchi che scrive e canta le solite cose, salvo poi elencare argomenti diversi che ha trattato Cristicchi .. insomma, un giornalista un po’ confuso .. ma è già successo che un grande giornalista abbia scritto una recensione ad un concerto annullato! (Luci non volermene.. ma sai che l’incompetenza celata dall’arroganza mi fa impazzire!!) 

Simone fa cose molto diverse, scrive canzoni, libri, canta in miniera, prepara spettacoli teatrali, è una persona molto interessante con cui parlare di tanto, è intelligente e spiritoso, ma anche molto serio e pacato!

PPs: sto ancora guardando il festival, mentre scrivo e intanto segno in word le mie impressioni e sta cantando Elisa, troppo brava, troppo

Ore 17.00, il turno passa ai Sonohra: c’è solo Luca, il fratellone biondo . Dal loro Sanremo precedente ad oggi hanno girato il mondo e avuto grandi possibilità . Mi spiace che non siano riusciti a sfruttare tutto quello che gli è capitato per comporre un brano un po’ meno melenso. Si, mi dispiace perchè io li ho sentiti suonare, e hanno una cultura blues e una tecnica nel far “cantare” le loro chitarre che è quasi incredibile, ma non è stata risaltata da Baby, che hanno presentato qui in liguria , forza ragazzi, lo so che potete fare mooolto di più

Pochissimo dopo il giovanissimo Luca è arrivato l’artista che mi fa emozionare, tutti gli anni c’è quello per cui trattengo una lacrima. Oggi è il 18 febbraio, è il compleanno di Augusto Daolio, come non festeggiarlo con Beppe Carletti? Questo uomo che fa da quasi 50anni il mestiere che più ama, che lo fa con la stessa passione, che si emoziona ancora, che mi parla con la voce incrinata del suo amico Augusto, questo è un uomo che apprezzo, che stimo, con cui voglio chiaccherare più e più volte.

… pensavate che avessi finito?!  vi ho scritto nel titolo che oggi è stato come lavorare in linea !

Salutato Mr Carletti, al volo Enrico Ruggeri… accompagnato dai Decibel !!! Ragazzi, io non mi ricordo nemmeno se ero nata quando Ruggeri cantava con i Decibel, ma mi ricordo che era nel futuro già allora (me l’hanno raccontato) , musicalmente parlando! Arriva da impegni televisivi, dalla costruzione del suo 29° album, ma ci pensate? avere tante cose da dire che sono contenute in 29 dischi? Arriva dalla preparazione della nuova tourneè, mai fermo!

Ho chiuso in bellezza , durante la mia ultima ora di diretta giornaliera, con la brava Noemi. Penso che la conosciate tutti, no? Ha partecipato l’anno scorso ad XFactor, uscendone prima della finale, ma piazzandosi benissimo nelle radio e nelle vendite con un primo singolo, poi supportato da un abile brano con Fiorella Mannoia.

Veronica, questo è il suo nome, ha una voce unica, pensate che perfino Anastacia si è complimentata con lei!

vi ho annoiati? domani sarò più parca … ormai ho incontrato quasi tutti qui a Sanremo ed ora comincio a rilassarmi… chissà che non si possa fare un bel giro in bici domani e magari fare le foto nella zona vecchia di Sanremo!!!

PPS: Si, Belen Rodriguez dorme nel nostro stesso albergo, come lo so? perchè mentre facevo le scale per scendere al ristorante la sua guardia del corpo mi ha sbattuta contro il muro e mi ha detto, stai ferma.. ed io gli ho risposto, come ti permetti buzzurro?? (come mi sarà venuta la parola “buzzurro” non lo so proprio) e mentre lui mi schiacciava contro il muro, lassù-ma nello stesso piano dove ero io, a 10 centimetri da me- passava Belen, che non vedeva certo la nana appoggiata alla parete. La sua bellezza comunque è imbarazzante, tanto quanto il gentilone che non ha capito che a me, di Belen non me ne poteva proprio fregare di meno, volevo solo scendere le scale per andare dal mio maitre !

v

Sanremo 2010, mercoledì.. disdette e grasse risate

Ho un amico, speciale, che sento poco e vedo meno, perchè ora abita a Berlino e questo amico ha scritto i primi grandi successi di Irene Grandi,

trovo che umanamente, per me , sia facile intervistare Irene (anche se credo sia facile per tutti perchè lei è splendida, simpatica e brava) perchè ci lega l’amicizia per la stessa persona e spesso viene fuori quando ci incontriamo,

così anche oggi pomeriggio quando ho incontrato Irene, le portavo i saluti di Telonio, le sue parole in skype veloci e precise: ciao bimbe, divertitevi … mi sembrava quasi di comunicare con Charlye delle Charlye’s Angels .. ahah!

Che dirvi del suo pezzo, che mi è piaciuto , infondo ci sono state tante canzoni che più o meno mi sono piaciute e pochissime che invece non ho gradito

ma poi ho pensato una cosa: chi sono io per giudicare una canzone?  un brano, esso sia solo musicale o anche cantato è un opera d’arte, nella costruzione di una sola canzone c’è l’impegno e l’anima di tante persone, non solo di chi ci mette la faccia e la canta

io non mi permetterei mai di dire che gli ultimi quadri di Picasso sono brutte opere perchè hanno un tratto troppo spigoloso, a differenza del suo percorso iniziale, quindi una canzone è come un quadro, puo’ piacermi o meno !

Torno ad oggi,  la giornata delle disdette perchè molti artisti che dovevo incontrare non sono riusciti a passare, però ho intervistato Romeus e Mattia de Luca, tutti e due hanno canzoni scritte da Tricarico, un genio !

A seguire la più giovane Jessica Brando che ha solo 15 anni, è dolcissima, mediamente timida, ma quando parla delle sue canzoni e di quello che le piace si illumina e non la smette di chiaccherare

Amo la freschezza dei giovani, la limpidezza negli occhi, mi è piaciuto incontrare cantanti non “scafati” con cui parlare di viaggi, emozioni, sensazioni e sogni! infondo anche Susan Boyle ha detto che i sogni non hanno scadenza, ed io sogno attraverso queste persone che si avvicinano ad un mondo che tanto amo, come a volte tanto mal sopporto!

ah .. per la legge di Murphy: se c’è qualcosa che puo’ andare male lo farà sicuramente … saltata la diretta con un mega artista per questa mattina ho pensato, poco male .. manderò la registrazione di Fabrizio Moro , anche se non mi fa impazzire … ma il computer di Jury è svenuto e non ho potuto mandare nessuna registrazione, non solo, il famoso computer se l’è mangiata e quindi addio registrazioni di ieri, irrecuperabili, chiamo i Ris????

per la legge di Murphy 2: da quando siamo a Sanremo piove, giusto no? è il primo anno che abbiamo le bici!!

Palindromi e accadimenti!

Prima di raccontarvi quanto ho riassunto nel titolo, dovete sapere che il mio programma, InfoChiocciola, generalmente lo preparo dopo aver letto i quotidiani, vado a caccia della parola che mi incuriosisce e la sviluppo fino a che diventa un programma.

Più la mia curiosità viene alimentata da quello che trovo, più facilmente riesco a creare l’InfoChiocciola… quando trovo titoli che dopo 20 minuti di ricerca non stuzzicano la mia curiosità li abbandono tenendo solamente una traccia in memoria: non si sa mai!

L’argomento di ieri sera erano i palindromi (le parole/frasi/sequenze di numeri che lette al contrario hanno lo stesso significato) , perchè la data di ieri , 01/02/2010 era palindromica

So che ci sono persone superstiziose e considerano queste date pericolose, un po’ come i vari venerì 13 o 17, io non sono superstiziosa … ma ieri il mio collega Daniele (che trasmette dopo di me) è rimasto bloccato in stazione, quindi ho dovuto fare un’ora di straordinario.

Di per se un’ora di straordinario non è nulla di sconvolgente, non fosse altro che sono partita da casa alle 08.20 e che prima delle 21 non potevo pensare di tornarci …

e per la mia felicità, gli ultimi 2 km per raggiungere l’ovile sono completamente ghiacciati … e non posso mica volare e … alle 21.00 i supermercati sono già chiusi e in casa non c’era praticamente nulla da mangiare … e prima di accendere la mia favolosa stufa a pellet, devo aspirare la polvere che produce dentro… solo che proprio ieri sera il bidone aspirante si è rotto sputando quanta più polvere poteva in casa …

quindi? sono tornata a casa tardi, senza niente da mangiare, con un freddo biricchino anche dentro casa perchè ho dovuto ben areare .. forse è colpa della data palindroma?!

🙂

I ritardatari @ InfoChiocciola

Altro argomento che mi ha fatta molto sorridere ieri sera @ InfoChiocciola, niente ospiti a questo giro, a parte la “solita” telefonica con Luca Ciceroni di SkyMeteo 24!

Da più di un anno, infatti, ad ogni mia puntata in diretta subisce la trasformazione in tuttologo e viene massacrato con le mie domande!

Bene, dicevo (scrivevo) dell’argomento della puntata di ieri sera: i ritardatari e le scuse che si inventano, sono troppo belle – alcune che ho trovato in rete!

Voi? siete ritardatari cronici?

Io sono mediamente puntuale, c’è da dire che in radio non si puo’ sgarrare con i minuti, perchè i programmi hanno un inizio e una fine ben delineati, quindi cerchiamo di arrivare sempre con un po’ di anticipo.. io poi arrivo in radio circa 7 ore prima della diretta, visto che mi occupo di varie cose qui dentro..

By the way, i ritardi, le scuse, il nostro rapporto con chi arriva tardi!

Se mi capita di tardare chiamo sempre la persona che mi aspetta… ma al contrario se sono io che devo aspettare non mi preoccupo: ho sempre un libro in borsa e mi piace rubare qualche minuto solo per me stessa!

Ho due carissimi amici che non hanno proprio installato la modalità Puntuale, ma quando abbiamo appuntamenti di gruppo vedo sempre di dargli un orario personale, con circa 30 minuti di anticipo .. eheh! mai capitato che fossero arrivati prima di tutti !

Nella mia ricerca di ieri sera sono incappata in un sacco di siti che propongono le scuse più assurde.. ve ne lascio qualcuna bellissima, poi tocca a voi:

Ho sognato Padre Pio vestito da Batman. Capisci? Da sveglio, poi?.

(telefonata ) Ciao? Scusa, sai? Come ti ho svegliato? Non avevi detto che era un pigiama-party??

Guarda, mi devi proprio scusare, sono stato sveglio tutta la notte per trovare una eventuale scusa per il ritardo se avessi fatto tardi e alla fine mi sono addormentato alle cinque e non mi sono svegliato alle otto e ho fatto tardi. Mi è capitato altre volte?.

 

SUL LAVORO:

Ho sognato di essere stato licenziato e così non mi sono preoccupato di scendere dal letto

Ho fatto tutta la strada fino a qui in ufficio, quando mi sono accorto di essere ancora in pigiama e quindi sono dovuto tornare a casa a cambiarmi.

Un’ape è entrata nella mia macchina e mi ha attaccato

 

Stavo verniciando il pavimento dell’ingresso e sono rimasto incollato

 

Mi sono fermato per prendere una brioches, il negozio era appena stato rapinato e la polizia non ha fatto allontanare nessuno per interrogarlo sull’accaduto

 

 

Sanremo 2009-Mercoledì 18

non so se scrivere le impressioni della prima serata del festival o se raccontare della giornata di oggi … uhm

dilemma …

cominciamo con today

altra cosa che non so è se la buona riuscita di un’intervista dipenda pesantemente dallo stato umorale, il mio di solito alto.. posso dire con assoluta certezza che mi è piaciuto parlare con tutte le persone che ho incontrato oggi .. e non vorrei essere melensa, che ci devo fare?

La diretta di questa mattina, dalle 11.00 alle 12.00 aveva come ospiti Chiara Canzian ed a seguire Irene Fornaciari . Irene si è esibita ieri sera, Chiara canterà questa sera

Le avevo già incontrate tutte e due: Irene qualche anno fa, quando in rotazione aveva il singolo Mastichi Aria, Chiara durante il motorshow…

Diversissime, sì, hanno in comune i padri musicisti/cantanti .. Sono molto brave tutte e due, pur con enormi differenze .

Chiara fino a questo momento si è esibita in piccoli locali con la sua band, Irene ha cantato alla Royal Albert Hall di Londra .. eppure le ho trovate in qualche caso simili. Con una gran voglia di esserci, ma dal lato giusto, con impegno e non perchè figlie di !

I loro pezzi sono molto diversi, vocalmente preferisco Irene, la canzone delle due che più mi è piaciuta è quella di Chiara! Spero non si perdano in questo baillame.

I giovani, le proposte 2009 (così si chiama il gruppo dei giovani in gara), sono quelli che hanno più fantasia, che stanno cantando meglio dei blasonati Artisti già affermati!

Dopo Irene e Chiara, oggi ho incontrato Arisa, carinissima .. sembra quasi uscita da un cartone animato, persona singolare e Filippo Perbellini che ieri sera si è esibito come ultimo partecipante.

Filippo, 18 anni di Verona, protetto da Riccardo Cocciante gli assomiglia molto, dai capelli, al modo di cantare… in più la canzone scritta dal “Riccardo nazionale” era davvero stile Cocciante . Questo non mi è piaciuto,perchè era troppo emulativo, ma .. come spesso c’è un ma

Uscirà con un album più soul, sonorità anni 70, che si discosta dalla canzone che ha presentato per il festival, e questo per me è bello !!

Dimenticavo Karima: aperitivo con lei che mi raccontava di Burt Bacharat. Nella scuola di Amici, che seguo abitualmente poco, mi era piaciuta molto.. chissà questa sera!

Giornata intensa? non ancora finita!

Oggi ho incontrato anche Tricarico, l’anno scorso era stato l’artista che più mi era piaciuto intervistare, non facile , sopratutto per una persona come me che parla a raffica . Quest’anno abbiamo bissato, in più l’ho trovato più veloce, simpatico, attento . Per la cronaca, la sua esibizione di ieri sera mi è piaciuta molto, il pezzo è per me GENIALE !

e grande chiusura di interviste con il mio amico Fra.

Non riesco, proprio non riesco ad essere nè obbiettiva, nè tanto meno professionale con Francesco Renga. Ogni volta che ci incontriamo registriamo minuti di conversazione che sono assolutamente privati, come una telefonata tra amici .. e non ci siamo smentiti nemmeno oggi.

Il fatto è che Fra fa parte della mia storia, sono cresciuta umanamente con lui, anche se non ci siamo certo frequentati molto. Abbiamo però condiviso belle esperienze, diviso e unito varie amicizie ora comuni .

Ieri sera mi ha emozionata, come riusciva a fare quando al bierbauch (come si scriverà?), davanti a 10 persone, cantava Sangue Impazzito in versione acustica , e ricordare e sapere che è un nuovo percorso mi inorgoglisce !

Tra poco sarò nuovamente in diretta , ne ho voglia, devo comunicare, far uscire quello che ho incamerato, come un gioco super luccicante !

.. però non vi ho dato le impressioni di ieri sera .. qualcuno mi ha deluso, qualcuno ha superato di gran lunga le mie aspettative .La giuria demoscopica per me è sinonimo di perplessità !

Ad oggi, tra i cosìddetti Big, per me spiccano Nicky Nicolai, Afterhours (anche se Manuel Agnelli non ha cantato proprio bene ) , il pezzo di Patty Pravo (ma in assoluto no la sua performance), Fra .. e vorrei spezzare una lancia in favore di Povia .. perchè io non ho mica capito come mai ci sono persone che si sono ritenute offese dal suo testo

Me lo sono scritto tutto e l’ho letto più volte .. ma di denigratorio non ci trovo nulla, voi ?

v

Faccia da ????

Che faccia avete voi?

perchè io ho la faccia della segretaria , almeno così mi dicono .. (la canzone potrebbe essere “ma come fanno le segretarie a farsi sposare dagli avvocati” lalalalalala )

Conosco quasi ogni giorno persone nuove, diverse, divertenti, meteore. Questo lo devo al mio carattere e non al mio lavoro.

Capita, credo quasi a tutti (potete sempre smentire) che il primo input che vogliamo avere da una nuova conoscenza sia il nome –  e di solito si dimentica immediatamente per la seconda domanda: che lavoro fai ?

Per me le opzioni sono diverse: se ho voglia di parlare di tante cose non specifico che lavoro faccio e dico che mi occupo di comunicazione , infondo non mento, perchè lo speaker parla-comunica

In qualche occasione dico che faccio la speaker , e di solito mi chiedono in quale centro commerciale … 🙂

Se dico che lavoro in radio, invece, più spesso la domanda successiva è : che bello, fai la segretaria in una radio?

NO , NON FACCIO LA SEGRETARIA ( lavoro che rispetto con tutta me stessa), SONO UNA SPEAKER .. ma non finisce qui , perchè poi si scatenano le domande, per me, più assurde:

– quindi che lavoro fai ? (la speaker) – ma no.. per lavoro cosa fai? (la speaker)

– parli al microfono ? (sì, in diretta )

– quante ore lavori in un giorno? ( da un minino di 8 ad un massimo di 12-14, a seconda degli impegni) – ma parli sempre??! ( vedi tu ..  parlo anche ora)

– ah sì, come Linus, non fate nulla e prendete un sacco di soldi (ma, veramente .. io lavoro almeno 40 ore a settimana per uno stipendio equiparato a quello di una commessa)

… forse nelle prossime occasioni dirò che faccio la segretaria, non è vero, ma …

v

Voci precedenti più vecchie