La cesta dei giochi

io avevo una bella cesta di vimini per i giocattoli, da bambina … chissà poi dove si è nascosta!!

non che ne abbia un bisogno impellente, però mi piacerebbe metterci il naso dentro, vedere le Barbie con i capelli verdi, e quel Ken a cui forse ho tolto un braccio .. e poi la Maglieria Magica, quel gioco, vi assicuro, a me piaceva tantissimo!

sono sicura che se avessi ancora la Maglieria Magica, la userei …

insieme alla macchina da cucire e alla taglia & cuci , beh, qualche bel tubolare di lana puo’ sempre servire, no? ed io con i ferri non sono certo un asso …

Divagazioni a parte, la mia cesta dei giochi era, come vi dicevo, in vimini, quelle moderne mica mi piacciono tanto

 queste cose qui io le trovo un po’ troppo fredde .. isomma, quando mi buttavo dentro nella vana ricerca di quel pezzo giallo dei Lego ed era l’ultimo la in fondo, ne uscivo fuori sempre con dei graffi, che alla fine erano significativi: un graffio, una nuova costruzione .. Non essendoci minori in casa mia,  ma due cani (di cui uno adulto, ma con la sindrome di peter pan) , il giardino è pieno di giochi, dai vecchi animaletti di Rocco ai nuovi pupazzi che hanno regalato a Boosta (sembra quasi di avere dei figli, visto che gli amici mi regalano giochi per cani!!) 

Boosta, la più scaltra dei due, ha trovato la soluzione per la raccolta dei giochi prima di andare a letto, dopo una lunga e stancante giornata di corse e attività ludiche:

ha scavato una bella buca tonda nel giardino, come nemmeno Giotto poteva disegnare, profonda 30 cm buoni buoni, larga circa 30 cm , dove mettere a riposo Pluto e Pippo!

ergo … se passate a trovarmi a casa, fate attenzione, nella metà precisa del giardino c’è la cesta, in materiale naturale e anche con qualche lombrico, dei giochi di Boosta!

buon w-end

v

Da Paolo Nutini a Boosta, il w-end !

Per fare il riassunto degli ultimi giorni dovrei occupare troppe righe, quindi sarò davvero stringata!
Venerdì è arrivata la cucciola, l’ho adottata da una volontaria di Avellino .. qualcuno di voi l’ha già vista in facebook ..
è il mio regalo per Rocco (all’anagrafe canina RoccoTanica), perchè da quando vivo in campagna vede meno amici-cagnolini e nonostante abbia un grande giardino, gattini che lo vengono a trovare (a lui stanno simpatici) , poiane e galli che lo svegliano .. beh, ho pensato che un’amichetta gli avrebbe fatto piacere!
Il nome è in linea con i musicisti: da me si fa colazione con the e assoli di chitarra .. ma ho scelto come leitmotiv il piano, quindi lei ora si chiama Boosta (come il tastierista dei Subsonica)

Quindi .. lei è arrivata venerdì sera, noi sabato pomeriggio siamo partiti per Roma @ concerto di Paolo Nutini
Capisco che non è stato il massimo, ma quando le cose ti si incastrano in un determinato modo, non c’è soluzione diversa se non … lasciare i tesori a casa con la mamma di F.
Noi e i genitori di F. abitiamo a meno di 30mt di distanza e lei è una donna dolcissima, che si prende cura di chiunque le stia vicino, infatti sono stati benissimo!!

Bene! Aperitivo in centro con Luca (l’amico di SkyMeteo24) e di corsa all’Atlantico per Paolo Nutini.
Locale in zona Eur servito da un grande parcheggio, dalla strada non si vede molto bene, ma si intuisce dalla gente che si muove in gruppo qual’è l’entrata giusta
Il concerto inizia una ventina di minuti dopo le 21.00, il posto è grande ma abbastanza pieno e i posti sono tutti in piedi
La sua voce dal vivo è davvero strepitosa, così come i musicisti che lo accompagnano, gli scuso anche le due stonature sulle note più alte perchè per il resto è stato avvolgente
Poche chiacchere e molta musica, a tratti semplicemente chitarra e voce .. peccato che proprio su questo frangente le casse del locale si siano spente e noi lo sentivamo solo dalla sua cassa spia del palco ..
Roma è una delle tante città in cui sono andata a vedere concerti .. ma per quanto è stupenda capitale, per quanto invece ad ogni serata ho “discusso” con le persone del posto per poter sentire il concerto.
Noi italiani siamo spesso sgarbati quando andiamo a vedere i concerti, facciamo confusione, buttiamo bicchieri e bottigliette per terra, non rispettiamo la pulizia dei bagni, mentre all’estero ho trovato un rispetto invidiabile (mi auguro che venga copiato)
Avevo vicino 4 giovani che urlavano in continuazione, anche cattiverie nei confronti del cantante, mentre lui si esibiva… siccome non amo litigare ho chiesto gentilmente di fare silenzio almeno durante l’esecuzione, niente da fare, ci ho provato una seconda volta ma non ho ottenuto nulla e allora mi sono spostata.. anche se, come loro, ho diritto a godere di uno spettacolo percui tutti abbiamo pagato .. nulla da fare nemmeno dove mi sono spostata.. anche se meno sgarbati

Sicuramente non sono nessuno per insegnare l’educazione, ma che senso ha andare a vedere un concerto, o al cinema per poi non seguire lo spettacolo? ovviamente il silenzio tombale non è contemplato da me, a volte basta parlare a bassa voce con le persone vicine per far si che tutti possano ascoltare musica o il film

Voto Paolo Nutini: 8 e 1/2

e dopo il “bambolo gonfiabile” è in arrivo la cagnetta di gomma !

si si … Rocco riempie i miei post ultimamente!

Non abbiamo ancora trovato Martha, ma non abbiamo fretta! nel frattempo oggi sono incappata in un sito bellissimo!

e così, dopo aver proposto alla mia amica M. di comprarsi il bambolo gonfiabile, che esiste davvero al costo -modello base- di 6mila dollari … oggi propongo al mio fido Rocco Hotdoll!!

hotdollNon so se avete notato il cagnolino stremato in alto a destra …

gli manca solo la sigaretta post amplesso !!

il designer è francese, esiste nei due modelli che vedete qui sopra e se proprio avete quei 399 euro in più da buttare andate qui

Rocco cerca Martha!

Ciao a tutti,

Sono Rocco, il cane che vive con LaVale e sto cercando Martha, una cagnetta con cui potrei tradire LaVale, anche se il tutto in chiave assolutamente platonica

Martha forse ancora non è nata, o magari sta nascendo in qualche allevamento o a casa di qualcuno di voi proprio ora

Sono un pinscher nano (si, ma sono alto per essere nano e io mi vedo come un maremmano) di 5 anni, educato, gentile, molto affettuoso .. ho un difetto: l’alitosi!!

io e LaVale abbiamo vissuto in un piccolo appartamento fino a poche settimane fa, uscivamo spesso, ma ero abituato a stare sempre al guinzaglio e ora mi trovo con un giardino enorme, tutto mio, sono un po’ spaesato!

Quando uscivamo giocavo spesso con Charlie (un bel labrador color miele) e Pepe (un incrocio tra un pinscher ed un chihuhua .. lui bene che si sente grande!!), ma preferisco le femminucce: ho due amiche del cuore, sono Eva (un meticcio) e Chiara (un golden retrivier)

 

I miei amici ora abitano lontano da me, io non posso andare a trovarli come succedeva prima: tutti i giorni !! e ho un sacco di posto da dividere, a volte, comunque,  ci scriviamo e LaVale  ha promesso di portarmi da loro nel fine settimana

Vorrei dividere tutto quel prato con una cucciola di border collie, mi piacciono le ragazze sportive:  io pratico corsa e salto in alto. Ho un sacco di giochini che le piacerebbero di sicuro: Pluto che è come la mia copertina di Linus e tante palline che vado a prendere quando LaVale me le lancia!

Sono disposto a dividere la copertina e i miei giochini per avere una ragazza, possibilmente con il pelo bianco e nero e anche se è più alta di me, io ho un ego molto sviluppato, non mi sentirei sicuramente nano!

Se qualcuno di voi sapesse che da qualche parte regalano una cucciola di border collie, beh, ditelo alla Vale (valentinamazzotti@gmail.com) , altrimenti io e lei andremo insieme a vedere se c’è qualche nuova amica al canile!!

vi voglio bene!

Rocco

Cose che non farei mai con Rocco, io!

Hello to everybody !

tornata a casa dopo il festival di Sanremo e dopo l’aver lavorato ieri per il Carnevale senza Frontiere, organizzato dall’Associazione Aquilone di Iqbal, di cui trovate il link qua di fianco !

Sono stanca? non lo so, ho una gran voglia di muovermi, andare, vedere … il tutto però lo farei in silenzio !

Ho ripescato dal mio computer una foto che ho scattato qualche settimana fa in montagna .cagnetto1 Ero in ovovia e lo zainetto della signora di fianco a me si muoveva .. ed io “signora .. il suo zaino si muove ”  e cos’ vedo questo cagnetto, tutto imbacuccato, tremava come una foglia, era un freddo biricchino e mi sono chiesta , porterei Rocco a sciare?

NO, non lo porterei, anche se questo vorrebbe dire risparmiare i soldi della pensione dove va da quando era cucciolo.

Non riuscirei a sentirmi a posto con lui, seppure vestito sarebbe sicuramente infreddolito! e poi ? io scio bene, ma se cado ?

Lo porterei per fare piacere a me o a lui ? io so che quando va in pensione è felice, quando lo accompagno entra sempre modello galletto, a testa alta e con la codina che rotea ai 200o orari!

Ecco, ci sono dei posti dove io, potendo, non lo porterei ! Per esempio in spiaggia e non intendo per una passeggiata (ah , questa cosa della sabbia ci piace), ma non potrei stare con lui al mare tutto il giorno, fa caldo, c’è caos, le uniche spiagge dove sono concessi gli ingressi ai cani, qua vicino, ti costringono a tenerli in un box ridottissimo che abbraccia il palo dell’ombrellone!

Vacanza con Rocco? sì, siamo andati via insieme più volte, in macchina, in treno e siamo andati principalmente al mare, ma ci siamo sempre gestiti per fare in modo che non dovesse patire caldo , caos o condizioni troppo particolari!

Ora tocca a voi !

v

Della musica, di x factor2, delle vacanze e quanto altro ancora—

Non sempre parlo di musica, nonostante per tanto tempo la musica sia stata il mio pane quotidiano … ora è l’aperitivo sfizioso !

A volte sono in difficoltà a scrivere sensazioni e pensieri.. se queste non sono positive, perchè ho capito sulla mia pelle che dire quello che si pensa non paga, anzi, lascia un debito a volte troppo profondo

Che sono amareggiata per questa cosa lo si evince, vero ? Lo sono perchè non amo le menzogne e lo sono perchè per me la musica è talmente tanto importante che vorrei guarirla, per quanto mi è possibile, dalle piccole influenze che a volte prende… per questo credo che farò quello che applico alle persone che più amo: custodirò gelosamente nel mio cuore i pensieri , ma prima di farlo vorrei farvi ascoltare e vedere il video di un ragazzo che mi ha emozionata, è da ieri sera che mi ritrovo in testa la sua voce, i passaggi difficili che ha gestito GRANDIOSAMENTE mentre cantava Crazy!

Si chiama Daniele Magro, agrigentino classe 1989, classe da vendere. Per me, tra tutti i concorrenti,  merita la vittoria, SENZA ESCLUSIONI DI COLPI! magari qualcuno penserà che sono affrettata nelle mie conclusioni, probabilmente è così, ma è il vale-pensiero-sentimento-richiesta .

Al secondo posto , ma solo perchè ha faticato un “pochinissimo” in più e non è così styloso piazzo Enrico Nordio ed al terzo Noemi  Scoppelliti, stupenda performance!

Indipendentemente dal vero esito sicuramente cercherò loro canzoni ed interpretazioni anche a venire: mi hanno marchiata e mi hanno fatta tornare alla spensieratezza con cui di solito ascolto musica!

Ah, volete sapere delle ferie… appartamento diviso in 4, zona Val di Fassa: io e 3 uomini, di cui uno sciatore incallito, uno snowbordista ed un passeggiatore. A volte mi sono sentita un po’ boy-sitter, a volte il QuartoAmico di scorribande, in qualche occasione la confidente dal punto di vista leggermente diverso, una cosa è certa: mi sono “sciata le gambe”, abbiamo macinato davvero tantissimi km sulle piste, visto sempre posti diversi, riso di gusto, giocato come ragazzini e dormito pesantemente… anche perchè non avevo il RoccoPensiero (ovvero portare il nanetto alla passeggiata pre-sci)!

Quando si dice tornare carichi, al lavoro, dopo una settimana di ferie !!!

v

Giornate sempre uguali

Sempre qui @ Motorshow,

mentre fuori, credo, il mondo stia proseguendo nel suo girovagare ..

tento di leggere i giornali ma sembro un alieno .. come so di apparire un E.T. quando vado a lavarmi i denti nel bagno della fiera

Prosegue bene, quello è vero .. ma ogni giorno, nonostante abbia la possibilità di conoscere un numero elevatissimo di persone, di provare esperienze che quotidianamente non mi capiterebbero , mi pare che le giornate siano davvero tutte uguali

Mi sveglio sempre molto presto, per fare colazione, doccia e portare fuori Rocco e poi essere puntuale alle 08 in radio per recuperare i miei colleghi .. 90 km dopo arrivo qui in fiera.. qui a Bologna è sempre più freddo, il parcheggio è lontanuccio dal nostro stand.

Arrivo, accendiamo tutte le nostre apparecchiature e poi colazione al bar di fronte .. ormai siamo talmente tanto in confidenza che ci offrono quasi sempre il caffè

Un paio di spettacoli e arriva subito la pausa pranzo , quindi via in mensa: fila, cibo scadente, persone che spingono per un piatto di pasta e di qui io ed i miei colleghi ci separiamo

Io verso il lavaggio denti che stupisce quotidianamente e seguente giro in fiera per scoprire nuovi padiglioni, eventi particolari, persone interessanti; i miei colleghi allo stand per organizzare gli spettacoli pomeridiani

Dopo un paio di ore in giro me ne torno allo stand per scrivere quello che ho visto e provato e poi diretta radio … il tutto fino alle 18.00

Chiusura stand, raccolta di armi e bagagli e via verso il traffico del ritorno

Quando arrivo a casa, dopo aver sbrigato due compitini in radio sono quasi le 20.00 e riesco pure a fare mezz’ora di ginnastica prima di cenare .. poi nanna e via di seguito per la giornata seguente

Non mi stimola molto al dialogo tutto cio’, nemmeno al bloggare .. mi sembra di essere monotematica

Cosa sta succedendo in giro per il mondo ?

Come stanno Valeriascrive, Dedy, MauryVitaDaSupermarket, AdBlues, Pipuffa, Peperita,Manuela, Zdora, Arruffata, il mio DiscoClub, Fede, Emiliano e tutti gli amici di questa sfera?!

I’m thinking of you

v

Aggiornamento Trenitalia/Cani in viaggio

Hola ,

mi è appena arrivata una mail con il comunicato che segue … leggete bene , in proposito al post precedente

sui cani in treno (da notare la quinta riga dal fondo)

Rocco in treno … forse mai più?

In questi giorni ho ascoltato e poi letto, con rabbia crescente, le nuove disposizioni per il trasporto di animali da compagnia in treno ..

penso a me, a quando mi sposto con Rocco … dunque, se viaggiamo in auto, percorrendo l’autostrada, oltre al doverlo tenere (giustamente) o legato in auto, o dentro un trasportino oppure nel bagagliaio con apposita rete divisoria , devo poter trovare anche posti dove fermarmi per farlo bere e per fargli sgranchire le zampe …

Prendiamo l’esempio di autostrade per l’Italia, posso fermarmi, certo e farlo uscire dall’auto, ma non posso entrare dentro l’autogrill o similari con lui e quindi, se sono sola e le gabbie per i cani non ci sono quasi da nessuna parte, sono costretta a lasciarlo in auto per i 5 minuti in cui vado in bagno e prendo un caffè.

Cerco sempre di non girare di giorno con lui, ed in estate, perchè non lo voglio friggere in auto, ma non sempre si è tanto fortunati .. 

Se viaggio in traghetto, nonostante sia un pincher di 6 kg, sono costretta a mettergli una museruola e per fortuna non sempre pago il biglietto per lui, che non occupa assolutamente un posto, nemmeno un quinto di posto, sta per terra di fianco ai miei piedi e prima di citare quanto ho trovato sul sito di trenitalia, vi racconto dell’ultimo viaggio che abbiamo fatto

Sono costretta a scegliere determinati treni e non altri, sono costretta a comprare un biglietto anche per lui, del valore pari al 50% rispetto al mio, se però nello scompartimento sale qualcuno a cui i cani danno fastidio, mi devo spostare fin anche fermarmi tra uno scompartimento e l’altro e ho pagato anche per lui, ricordo . non c’è da nessuna parte uno scompartimento che possa essere dedicato a chi viaggia con gli animali al seguito

voglio bene al mio cane, lo pulisco, lo curo contro la filaria, ed è sempre protetto contro l’attacco delle pulci, immagino che praticamente chiunque abbia un cane lo faccia, perchè queste sono piccole dimostrazioni di affetto nei suoi confronti e nei nostri, a nessuno piacerebbe ricevere pulci dal proprio cane

ora, trascrivo direttamente dal sito di trenitalia:

Trasporto di cani di media e grossa taglia.

Il trasporto dei cani di media e di grossa taglia, nonché dei cani di piccola taglia fuori degli appositi contenitori non è più consentito.
Rimane confermato tuttavia su tutti i treni il trasporto gratuito dei cani guida per ciechi.

Trasporto di cani di piccola taglia ed altri piccoli animali domestici negli appositi contenitori.
Viene confermato il trasporto gratuito di cani di piccola taglia (di peso non superiore a 6 kg), di gatti ed altri piccoli animali domestici negli appositi contenitori (di dimensioni non superiori a 32x32x50 da sistemare negli appositi spazi tra i sedili nel caso di treni effettuati con materiale ETR 460, 480 e 500 e di dimensioni non superiori a 70x50x30 per gli altri treni).
Il trasporto è escluso sui treni con materiale ETR 450.
Viene abolito l’obbligo della prenotazione per il viaggiatore che conduce con sé il piccolo animale.
Nel caso di trasporto nelle vetture cuccette (ordinarie e comfort) e VL è obbligatorio l’uso esclusivo del compartimento.
Obbligo di certificazione sanitaria.
Per il trasporto degli animali (escluso quello dei piccoli pesci) è previsto l’obbligo di viaggiare muniti di certificazione veterinaria di data non antecedente a tre mesi, attestante che l’animale è esente da infestazioni o patologie trasmissibili, da esibire al personale di bordo. Tale obbligo è escluso per i cani guida per ciechi.
In mancanza del certificato o in caso di esibizione di certificazione scaduta di validità il viaggiatore sarà assoggettato ad una penalità di 100,00 euro a titolo di disinfestazione del compartimento.

 

concludo con due pensierini : io pago per un servizio, che quasi mai è puntuale, dove i bagni sono spesso in condizioni inaudite, pago per essere trasportata come un essere umano e spesso mi stivano come i polli in cassette, aria condizionata o riscaldamento a volte non vengono proprio contemplati, se questo è comfort, benvenuti nel periodo del trasporti a cavallo

– tutti i soldi che vengono spesi per le campagne contro l’abbandono degli animali in estate non sono mai stato tanto inutili, visto che diventa sempre più difficile andare in vacanza con Rocco (e non continuo parlando di tante strutture alberghiere, ristoranti o anche comuni dove i cani non sono accettati da nessuna parte se non per strada)

v

Riassunto delle puntate precedenti !

Sono stata latitante per qualche giorno .. ma a breve capirete perchè !

Parto da giovedì, in ferie dalla radio, sono andata nelle marche, in un posto stupendo, a fare un giro con i quad : io che con le due/quattro ruote che non dispongono di tetto sono super imbranata, mi sono dilettata nella prova-curva-su-due-ruote … Feel, che era sul mio quad , ha perso tutta l’abbronzatura che ha preso in estate !! Ho scoperto che il quad mi piace un casino .. ma quando li vedo per la strada mi chiedo il perchè, non è il massimo della comodità curvare con quel manubrio …

Venerdì, un po’ perchè mi sentivo in colpa nei confronti del nano puzzone  , ho scelto una meta dove poteva venire anche lui. Siamo andati alle cascate dell’AcquaCheta, di cui ha parlato anche Dante .

Per arrivare a quel paradiso, il percorso più breve è un sentiero che costeggia il fiume con partenza da San Benedetto, della durata circa di un’ora e mezzo

Consiglio di munirsi di acqua e cibarie , perchè alle cascate non c’è nulla e non vale la pena andare per poi tornare indietro subito

Durante il percorso mi sono fermata a bere da una piccola sorgente, non ho mai bevuto l’acqua così come sgorga da madre natura: è stato fantastico questo ritorno alle origini e via di nuovo per la meta.

Alla fine del percorso ci ha accolto lei:

e non solo con la sua grazia e potenza, ma ci accolti come unici ospiti per la giornata , ragazzi che meraviglia!

Aria fantastica, acqua gelida ma di un colore talmente brillante da sembrare finta. Dopo il picnic a bordo pozza un sonnellino ristoratore: era quasi freddo, ma Rocco è sempre disponibile per appoggiarsi modello borsa dell’acqua calda

Sabato Rocco non ha dato segno di attività, ha praticamente dormito tutto io giorno, e più o meno anche noi, a parte una capatina al cinema per vedere KungFuPanda (Uaaaaauuuu) e

Domenica… traghetto in direzione Croazia! Gita di un giorno a Rovigno, paesello davvero carino anche se molto turistico.

Per concludere, o più o meno, in bellezza

Ieri sono andata a vedere il concerto di Gianna Nannini, questa sera andrò a presentare il libro di un amico , venerdì andrò a Valencia, sono un po’ stancaaaaa !!

V.

Voci precedenti più vecchie