la mia ignoranza musicale

molte persone credono che lavorare in radio, oggi, voglia dire conoscere la musica e sapere vita morte e miracoli di tutti gli artisti del panorama musicale …

devo smentire, almeno per quanto mi riguarda!

Amo la musica, è anche tatuata sulla mia pelle, l’ho sempre amata… ma non ho mai associato veramente la musica alla radio.

Lavorare in radio, trasmettere, vuol dire condurre un programma che è fatto di musica, ma è fatto anche di quello che dice lo speaker e come lo dice (oggi almeno), è fatto dalle persone che ascoltano, dalle cose che succedono

Anni fa, quando ho cominciato a trasmettere, portavamo perfino i dischi da casa, proprio come nel film Radiofreccia, ma quei tempi sono trascorsi e se era poetico suonare vinili gracchianti, ora la tecnologia ci permette di ampliare la ricerca di argomenti.. si, perchè se anni fa lo speaker si preoccupava della scaletta e nella pratica della regia, ora c’è il computer ed in tanti casi pure il regista.

Tornerei indietro al vecchio modo di fare radio dove le varie stazioni si distinguevano anche per la musica? Non credo, perchè trovo che la radio ora sia diventato un mezzo di comunicazione, ben più radicato della televisione e con la possibilità di trattare in maniera leggera un infinità di argomenti… e la musica??? La musica non mi manca, io ne ascolto, ne compro… Oggi possiamo ascoltare musica attraverso tantissimi canali … e uno degli ultimi cd che ho comprato mi fa tornare al titolo  del post…

ho ignorato per tantissimi anni un Artista il cui ultimo album è davvero bello (i precedenti non li conosco)

Si chiama Robert James Richie, non andate subito su wikipedia a digitare questo nome sconosciuto… perchè svelerò a breve..

Pensate che per me era famoso in quanto ex marito di una donna famosissima.. ma ha pubblicato 9 album di cui uno live…

Ve lo svelo, magari andate a sentire qualche canzone del suo nuovo album: Kid Rock  (Born Free) : uno dei miei migliori ultimi acquisti musicali !

Un’altro anno di InfoChiocciola

.. e così, radiofonicamente parlando, ho chiuso un altro anno di InfoChiocciola, il mio programma, che continua a stupirmi per le possibilità che mi da di conoscere persone, eventi, fatti!

Quest’anno, per la prima volta da quando “faccio” Info, molti uffici stampa mi hanno inviato cesti natalizi, vi dirò, la sorpresa è stata gradita tanto quanto il cibo

Quest’anno (in diretta) non ho tirato le somme a fine anno, come mi era capitato l’anno scorso, ho preferito lasciare una continuità, però vorrei raccontarvi di qualche incontro e di qualche argomento che mi ha colpita:

una delle trasmissioni che mi ha divertita di più è stata quella dedicata ai palindromi, vi siete scatenati come matti nel trovare palindromi simpatici e diversi

Claudia Penoni, che ho intervistato telefonicamente ed è stata una scoperta davvero piacevole

un plauso va al Maestro Marco Sabiu, di cui vi ho parlato anche in un post dedicato a lui, ora, ogni volta che lo vedo in televisione rido alle nostre battute

un sito di cui ho parlato e che mi piacerebbe sfruttare raccontava di scambio casa per le vacanze, chissà se un giorno mi deciderò anche io ad iscrivermi, l’idea mi stuzzica

un’altra puntata discussa è stata l’etichetta negli Sms, come si scrive correttamente.. mi è arrivato di tutto

e poi ho conosciuto Simone Pagliarani, autore di “La figa lessa standard”, grande musicista, bravo attore.. mi auguro che arrivi il successo meritato per Simo

Un’altro paio di grandissimi: Norberto Midani, ormai siamo legati da amicizia profonda e immenso rispetto e poi un regista importantissimo: Franco Mescolini, che mi ha abbracciata come un padre affettuoso nel raccontarmi delle sue esperienze.

Ma anche la storia del bikini mi ha fatta sorridere, poi mentre ne parlavo, io avevo sotto mano anche le foto e descriverle in diretta è stato un divertente

Quest’anno, per la prima volta, mi sono occupata anche del Festival del Cinema di Venezia: mi collegavo con un critico davvero bravo, Daniele Gualdi, che ha saputo seguire il Festival anche con i miei occhi

Ho conosciuto una simpatica psicologa, si chiama Chiara Pracucci, che ha pubblicato un libro che parla della patologia del gioco d’azzardo e poi una puntata dedicata agli oggetti del passato che ci sono rimasti nel cuore, per me.. ovviamente.. il walkman

Ci sono state tante altre puntante, tantissime altre persone che mi hanno colpita.. mi piace questo aspetto della radio!

E’ stato un anno intenso, e sono sicura che lo sarà anche il 2011, anche se radiofonicamente prenderò un po’ di pausa, per godermi, tra qualche mese, la persona che più ho voglia di conoscere e comprendere.. sarà maschio o femmina?

avete capito bene, ora lo posso dire.. in arrivo a giugno un mocciosetto o una mocciosetta !

BUON ANNO !

v

Sporty-Vale: Scarpini

Amici… mi sono data al calcio!

non assumo calcio per le ossa… ma da qualche settimana a questa parte ho aggiunto un appuntamento nel mio programma, dedicato al calcio e più nello specifico al Cesena Calcio, squadra della mia città.

Si chiamo Scarpini la mia nuova rubrica e non la conduco da sola… anche perchè dovete sapere che sono andata allo stadio ben 2 volte nella mia vita:

un Inter -Juve di molti anni fa, quando l’Inter era allenata da Alberto Zaccheroni. In quell’occasione ero con 4 Juventini (io non tifo per nessuna squadra), solo che il mio amico che si è occupato di comprare i biglietti ha sbagliato zona e avevamo 5 biglietti per la curva Inter …

Sbagliai assetto completamente: non ricordo il mese, ma eravamo in un periodo tra l’autunno e l’inverno e io avevo le mie solite AllStar.. ho saltato ogni volta che partiva un “chi non salta Juventino è”, per non perdere definitivamente i piedi

Di quella partita ricordo i miei amici che chiaramente non potevano commentare nulla della partita.. e gli scarpini di Vieri : erano giallo fosforescente e dal terzo anello si vedevano nitidamente.

L’altra partita che ho visto era del Cesena, in casa.. ma contro chi l’ho dimenticato completamente. Il Cesena era in serie C allora. Io ero allo stadio con un’amica figlia di un ex allenatore di calcio e con l’ex vice presidente di allora. Troppa tecnica attorno a me.

Pensavo fosse chiuso il mio versante calcistico, quando per sfida più che per altro, ho accettato la proposta lanciata dal mio editore e da un giornalista sportivo di provare a fare un programma breve e simpatico sul calcio

E’ nato Scarpini (il nome lo devo a quelli di Vieri… mi sono rimasti davvero in testa), lo conduco con Daniele Magnani: 15 minuti dove io ricavo uno spazio mio per domandare cose assurde ai componenti della squadra che vengono a trovarmi…

Così ho chiesto a Luca Ceccarelli perchè le magliette si chiama T-Shirt,

a Maurizio Lauro se gli mancano di più i walkman, il proiettore o le polaroid,

ad Emanuele Giaccherini la ricetta della Pappa al pomodoro

a Simone Confalone (ex capitano del Cesena calcio) di rifarmi in diretta il gioco Simon della Hasbro cantando un jingle della radio…

Ecco.. il calcio così mi piace!!!

Prossimo appuntamento @ Radio Studio Delta, dentro InfoChiocciola, martedì 16 novembre

i sogni son desideri….

voi lo sapete quanto amo la radio,

dico spesso che la radio è per me come il primo vero Amore, quello che ti fa stelle quando va tutto bene, quello che ti fa stare di merda, secca e puzzolente, quando qualcosa non va… ma queste cose le sapete, perchè questo è il mio rapporto con la radio e non potrei vivere diversmanete, sono così!

In questo periodo mi è capitato di raccontarvi delle possibilità che lavorare in radio puo’ dare: conoscere persone, cosa che prediligo nel mio fare quotidiano e a volte sogno di conoscere persone!

Premessa: avete presente Francesco Amadori? Il simpatico signore della pubblicità dei polli? nonchè leader della Sua azienda

Seconda premessa: non so se conoscete il mio programma, InfoChiocciola… (MALE SE NON LO CONOSCETE O ASCOLTATE!) beh, Info tratta un solo argomento per puntata e sono 4 appuntamenti per settimana, a volte mi piace sviscerare la storia di simpatici o grandi personaggi

Bene, ora che avete le premesse… qualche notte fa ho sognato Francesco Amadori, senza nulla togliere a lui come industriale, forse potevo sognare di meglio??? comunque sia mi sono svegliata sorridente, perchè mi fa simpatia e mi piacerebbe conoscerlo, chiedergli un mucchio di cose, e poi abitiamo pure nello stesso quartiere, ma non ci conosciamo personalmente e non posso mica mettermi in mezzo alla strada ed aspettare che passi per fermarlo, no?

Mi ritrovo a pensare come impostare una mail formale di richiesta all’azienda quando??

Quando mi chiamamo in radio per propormi un intervista ad un body painter per la Pepsi e dopo gli accordi, ma prima dei saluti mi dicono:

sai, dovrei sistemare un qui pro quo che ho combinato in ufficio, non è che ti interessa Francesco Amadori?!

Ormai mi andava di traverso lo yogurt … ora aspetto i dettagli per costruire il mio Info con Francesco Amadori, non vedo l’ora .. mi sa che poi lo invito a mangiare le sue alucce di pollo direttamente dal mio barbecue!

Una settimana di InfoChiocciola, dalle Biblioteche a Claudia Penoni

non è che raccolgo cacca da quando ho scritto l’ultimo post ad oggi 🙂 perdonate la franchezza… ma chi mi conosce sa che io racconto racconto racconto e non mi preoccupo troppo delle conseguenze!!!!!

Da quando lavoro un po’ meno sono decisamente più impegnata, non ho ancora capito che al mattino sono potenzialmente libera e forse ho preso anche troppe mansioni da svolgere.

Continuo a segnare dei puntini sul mio foglio bianco e in questi giorni si sono anche un po’ modificati rispetto al Vale-Pensiero della fine di febbraio, ecco, questa è una cosa di me che mi piace: essere in grado di vagliare strade diverse rispetto a quelle che penso di percorrere, ma questo è un discorso che già conoscete

ma torniamo agli ultimi giorni, perchè sono successe un sacco di cose @ InfoChiocciola nell’ultima settimana:

Lunedì ho dato il via alla settimana parlando di Biblioteche, io che ho smesso di andare a scuola poco dopo la terza media le ho frequentate poco, ma mi hanno sempre affascinata: il silenzio, il profumo della carta, i libri storici!

Martedì sera invece ho intervistato Claudia Penoni, grasse risate… anche perchè nella mia mente, mentre parlavo con lei, avevo l’immagine di Kripstak  dal cinema polacco di Zelig e le chiedevo del suo doppiaggio dell’attrice Michelle Stafford che interpreta Phyllis Summers nella soap Febbre D’Amore – che io non ho mai visto… ma immagino che il personaggio di una soap sia mooooolto sentimentale, mentre Kripstak .. bah, lascio a voi la conclusione

Mercoledì sera InfoPsaico (è il nome inter nos del programma dedicato alla psicologia) e ieri sera Info Musicale con grandi musicisti come Mecco Guidi, Max Freschi, JJ Vianello

Se questi nomi per voi non significano molto, beh, sappiate che sono musicisti che hanno collaborato, collaborano con grandissimi cantanti del panorama italiano. Una cosa che mi fa impazzire è proprio incontrare i musicisti: spesso volti e nomi non noti ai più, ma come si fa a fare un buon disco o un bel live senza di loro?

Di una band ricordiamo il front man, la persona che canta, quello che sta davanti… insomma , i musicisti per me sono un po’ come Oriali (anche nominato da Ligabue), quelle persone che corrono corrono corrono, lo fanno per lo più per la grande passione che li accomuna e distingue!

e domani?

Caffè con i Sonohra e aperitivo con LeVibrazioni… un’altra bella settimana!

Buon w-end a tutti, proprio tutti

v

e voi? siete “architetti della vostra vita”? @ InfoChiocciola

Buongiorno a tutti,

da quando Simo non lavora più con me, e sono passati mesi … il mio impegno giornaliero è triplicato e mi rendo conto che ho anche un po’ il blocco dello scrittore .. per fortuna non ho il blocco dello speaker, altrimenti chi mangia!!

Ieri sera in InfoChiocciola avevo una puntata con una delle psicologhe che spesso divagano con me in diretta. Ci siamo chieste se chi ci ascolta ha necessità di pianificare la propria vita o se vive alla giornata.

io ci ho pensato per buona parte della serata e anche quando mi sembra di vivere alla giornata mi rendo conto che ci sono cose che pianifico a tutti i costi, e spesso sono percorsi lavorativi, gli stessi che mi obbligano anche ad essere pronta ad eventualità non programmate.

Non saprò mai se è più giusto vivere alla giornata o pianificare il futuro a tavolino … ma forse la mediazione è la condizione migliore, come quasi sempre!

Sto preparando Sanremo, il 15 febbraio svernerò nella città dei fiori, chissà se quest’anno Nelson farà capolino per accompagnare la sua amica!!

Hera differenziata in InfoChiocciola

Buongiorno a tutti!

riesco a tornare al blog di striscio per raccontarvi dell’InfoChiocciola di ieri sera!!

**** Appuntamento che potenzialmente potrebbe aprire tanti sotto argomenti, anche di natura non “pattumiera”

Ieri sera ho parlato di raccolta differenziata, in realtà è da tempo che nel mio piccolo cerco di dare consigli per sprecare meno, inquinare meno, consigli che applico a me stessa, pur rendendomi conto che sono piccole cose e che potenzialmente potrei fare molto di più!

Due miei esempi personali sono la lavastoviglie ed i pacchetti di Natale 09. Ho smesso da tempo di usare le pastiglie per la lavastoviglie in favore delle polvere, così da poterne dosare in misura minore (prima tagliavo le pastiglie in due parti) e quest’anno anzichè fare pacchetti tradizionali ho riciclato vecchie tovaglie e lenzuoli e ho fatto tanti sacchetti che potranno essere utilizzati per mettere le scarpe in valigia, piuttosto che per lavare la biancheria in lavatrice .

Ieri sera, grazie a Monica Guidi, responsabile comunicazione di Hera (gruppo Emiliano-Romagnolo di servizi idrici, energetici, ambientali) siamo entrati dentro il sacchetto dei rifiuti!

Mi sono chiesta , facendo la raccolta differenziata, quanti errori da ignoranza distinguevano i miei sacchetti, ho semplicemente posto la domanda nel sito di Hera ed in pochi giorni mi sono accordata con Monica per ospitarla in radio e parlarne a tutti.

**** Questa è una delle parentesi che si sono aperte: è vero che spesso le istituzioni o le grandi aziende non comunicano con gli utenti, ma almeno proviamoci, se abbiamo un dubbio, chiediamo all’azienda, sindaco, assessore, direttore

Monica mi ha portato una locandona redatta in ordine alfabetico (rigorosamente stampata su carta riciclata) dove sono segnate tutte le cose che potenzialmente buttiamo via, ad esempio:

gli Abiti usati: se in buono stato vanno conferiti alle associazioni benefiche, se dopo averli usati per spolverare, pulire, etc non sono più utilizzabili o donabili, vanno nel Contenitore Indifferenziato , oppure

le Videocassette (ne avete ancora?) : Contenitore Indifferenziato

e voi? riciclate , riusate, differenziate?

v

Voci precedenti più vecchie