Montenegro mon amour

sono tornataaaaaa !!!

prometto di raccontare tutto, nel più breve tempo possibile , sono infognata nel mezzo di un 600 mails 😦

Annunci

News dall’ascensore

quanto tempo e ancora ** … citava una vecchia canzone di Biagio Antonacci!

Da quando ho scritto il post sulla presentazione del libro di Cattelan ad oggi, come spesso succede, ho vissuto mooolte cose!

Intanto buongiorno a tutti cari amici vicini e lontani **(oggi vado per citazioni)

Parto proprio da Cattelan, anzi, dall’ora che ha preceduto la presentazione del suo libro: ero tranquillamente appoggiata al mio sgabello in sala diretta, pronta per i saluti di fine programma, con la borsa già chiusa per poter scattare velocemente (partendo a fine programma mi si accumulavano già 10 minuti di ritardo, ma tant’è..)

Vedo dalla finestra la macchina del collega che trasmette dopo di me e mi fiondo in ascensore, spingo tasto “0” , si chiudono le porte e PAAAF: l’ascensore si blocca pochi centimetri sotto la base di partenza !

Benissimo ! chi ben incomincia è a metà dell’opera **

Soluzione uno: spingere il tasto dell’allarme che dovrebbe mettermi in collegamento con il servizio di assistenza, nessuno risponde, però l’allarme allerta il mio collega che scopre ben presto che sono io e che mi trovo appena sotto il terzo piano

Soluzione due: chiamare con il telefonino- che per fortuna prende- il numero verde stampato sopra i tasti dei piani

Ho il telefono scarico, ci possiamo credere?!?! Riesco a dire al volo all’assistente dove mi trovo, non riesco a dirle il numero assegnato all’ascensore perchè qualche bravo utente ha ben pensato di staccare quell’etichetta, ma ho bisogno di fare almeno altre due telefonate

Sembro pazza, chiamo F. al volo e gli dico ” F. sto bene, sono chiusa in ascensore, ho il telefono scarico, ho dell’acqua” e intanto BIIP BIIP la batteria che urla

Mi richiama l’assistenza dell’ascensore : 20 minuti e la libereremo, sta bene? ha caldo? “Sto bene,  per favore ho fretta: sono in ritardo per un appuntamento di lavoro , ho dell’acqua con me, nessun problema, tranne il telefono scarico, la saluto”

Digito il numero dell’organizzatrice dell’evento con Cattelan, mi crederà, penso? “Ale, non mi crederai, sono chiusa dentro l’ascensore in radio, dovrebbero arrivare i soccorsi entro 20 minuti, ma ho il telefono che sta … ” fine conversazione

27 minuti dopo, almeno 30 gradi dentro l’ascensore, bottiglietta dell’acqua seccata, sono riuscita a partire, almeno ho avuto il modo di ripassare i passi salienti del libro, infatti la presentazione è andata molto bene!!!

Mi hanno aspettata con una birra fresca, mi hanno dato modo di rinfrescarmi prima di salire sul palco! Cattelan è stato molto cortese, ce la siamo passata bene !!

vola colomba bianca volaaaaa

sono presa dai testi delle canzoni, sempre, è la parte che preferisco in un brano e mi viene in mente ora una vecchia canzone di Alex Britti:

IL TEMPO VA, PASSANO LE ORE, E FINALMENTE FAREMO L’AMORE…

bene, l’argomento è il passare del tempo, lo scorrere piacevole ed inesorabile delle nostre giornate, a volte vissute in maniera insofferente a volte più serenamente

quando ho pensato di scrivere il post odierno ho visualizzato nella mia mente il classico foglio bianco… per chi trasmette in radio è una sorta del microfono spento, quel secondo prima di cominciare a scrivere o a parlare in diretta quando ancora non si sa cosa si vuole comunicare

E’ in questo momento che unisco il foglio bianco al tempo che scorre, anche se non riesco a ricordare tutto quello che ho scritto da quando questo blog esiste, ricordo però che era diverso, nè meglio nè peggio

Quando ho cominciato a scrivere era più un diario personale, poi per un periodo è diventato il luogo dove commentare la musica che mastico per lavoro o per diletto

ma sia quando ho scritto qualcosa di personale che quando ho scritto di musica ed artisti (in questo caso non elogiandoli) che sono stata invitata ad alta voce a non farlo.

Ho sempre pensato che la libertà di espressione esiste e ce la dobbiamo, non solo guadagnare, ma cercare di mantenerla … invece io non l’ho fatto.

Ho realizzato che se scrivevo dei fatti miei e del mio fidanzato c’era qualcuno che poteva soffrirne (mi auguro che non sia più così ormai) e anche se non ero colpevole in nessun modo, ho smesso di farlo, punto e basta

Ho scritto di artisti che non mi sono piaciuti, immaginando di poterlo fare perchè è umanamente impossibile che ci piacciano tutti, e ho dovuto cancellare il vale-pensiero per non incrinare rapporti discografici/radiofonici e così, quando un disco non mi piace, o con un artista non lego particolarmente, evito clamorosamente di lasciarne traccia

Quindi sì, a volte faccio fatica a scrivere in questo blog, perchè infondo la mia vita si basa sul mio piccolo mondo e sulla musica, però il foglio bianco, non so come, si riempie sempre!

in mio aiuto sono arrivate due persone, che mi hanno chiesto di scrivere di musica e di radio, in forma anonima… non avrei mai creduto di riuscirlo a fare, ma invece aspetto con ansia la traccia di quanto dovrò scrivere, per poi buttare giù parole

in rete c’è un’altra Vale, non chiedetemi dove, ma ce n’è una che è tornata a parlare di una delle sue passioni!

sono aperte le riflessioni

Valentina

Punteggiatura

Come Steve Jobs .. ho messo un nuovo puntino !

ve lo spiegherò, ne avrò tempo

v

Palindromi e accadimenti!

Prima di raccontarvi quanto ho riassunto nel titolo, dovete sapere che il mio programma, InfoChiocciola, generalmente lo preparo dopo aver letto i quotidiani, vado a caccia della parola che mi incuriosisce e la sviluppo fino a che diventa un programma.

Più la mia curiosità viene alimentata da quello che trovo, più facilmente riesco a creare l’InfoChiocciola… quando trovo titoli che dopo 20 minuti di ricerca non stuzzicano la mia curiosità li abbandono tenendo solamente una traccia in memoria: non si sa mai!

L’argomento di ieri sera erano i palindromi (le parole/frasi/sequenze di numeri che lette al contrario hanno lo stesso significato) , perchè la data di ieri , 01/02/2010 era palindromica

So che ci sono persone superstiziose e considerano queste date pericolose, un po’ come i vari venerì 13 o 17, io non sono superstiziosa … ma ieri il mio collega Daniele (che trasmette dopo di me) è rimasto bloccato in stazione, quindi ho dovuto fare un’ora di straordinario.

Di per se un’ora di straordinario non è nulla di sconvolgente, non fosse altro che sono partita da casa alle 08.20 e che prima delle 21 non potevo pensare di tornarci …

e per la mia felicità, gli ultimi 2 km per raggiungere l’ovile sono completamente ghiacciati … e non posso mica volare e … alle 21.00 i supermercati sono già chiusi e in casa non c’era praticamente nulla da mangiare … e prima di accendere la mia favolosa stufa a pellet, devo aspirare la polvere che produce dentro… solo che proprio ieri sera il bidone aspirante si è rotto sputando quanta più polvere poteva in casa …

quindi? sono tornata a casa tardi, senza niente da mangiare, con un freddo biricchino anche dentro casa perchè ho dovuto ben areare .. forse è colpa della data palindroma?!

🙂

Canta che ti passa!

non sono alta come Belen,

le mie gambe sono decisamente più brutte di Belen…

ma pure io ho cantato … e sono più stonata di Belen!!!!

Che c’azzecca Belen? nulla …

Quest’anno in radio abbiamo deciso di cantare una canzoncina di Natale, potevo io tirarmi indietro?

Se volete ridere, solo se volete ridere … la trovate nel box qui a fianco!

si chiama AuguriRsd09

Auguri a tuttiiiii !

v

Il maggiordomo @ InfoChiocciola

io lo vorrei il maggiordomo, sì, se avessi una mega casa e anche un bel po’ di soldi, il maggiordomo potrebbe entrare in casa mia!!

Alfred

Ieri sera in InfoChiocciola ho parlato di maggiordomo, ma tante persone che mi hanno scritto non lo vorrebbero a casa, e pensare che il primo punto fondamentale per questo tipo di professione è essere presente, ma invisibile, aiutare la persona che lo assume in tutto cio’ di cui ha bisogno, chiaramente nel lecito!

Oltretutto ho scoperto ieri sera che il maggiordomo lo si puo’ assumere anche per periodi brevi, anche un solo giorno … sto quasi pensando di farmi un regalo di questo genere … ma cosa gli faccio fare in un giorno tipo?

mi sveglio alle 07.50, doccia colazione al volo, un rassettamento veloce, due coccole al cane e mi fiondo in radio .Ritorno a casa mai prima delle 20.20 ..

sicuramente potrei svegliarmi 10 minuti dopo, tanto ci pensa lui/lei al riordino .. ah

sicuramente potrebbe farmi la spesa, è da qualche giorno che in casa mia è finito il sale grosso, ma non arrivo mai ad andare a comprarlo

ok, abbiamo messo in fila due cose

Rocco è un po’ zozzo e puzzolente, quindi potrebbe portarlo alla toelettatura

Ho una montagna di roba da stirare, ci pensa sempre il maggiordomo?  e poi c’è quella cameretta che ormai è diventata sgombra-roba da sistemare .. e magari potrebbe prepararmi la cena, che spettacolo …

però mi piacerebbe, prima di cena, quando arrivo a casa, trovare la vasca pronta con un mucchio di schiuma …

è definitivo:

1) avete capito che sono disordinata e non arrivo a nulla

2) ho impiegato 5 minuti a scoprire le utilità del maggiordomo ..

così io potrei dormire 10 minuti in più al mattino,

non dovrei correre modello formula uno per andare a fare la spesa,

troverei la casa pulita, in ordine, i panni stirati e sistemati,

Rocco già pronto per le coccole, mangiato e pulito pure lui ..

il bagno pronto senza dover poi pulire la vasca …

 

 

io voto il maggiordomo, e voi ?

ps: il sito info maggiordomo www.maggiordomi.it , grazie ad Elisa, vice presidente di questa associazione, parlare con te è stato come un volo pindarico nei sogni

v

Voci precedenti più vecchie Prossimi Articoli più recenti