CIECA FIDUCIA

Lunedì sera al corso di improvvisazione teatrale abbiamo fatto un simpatico gioco

Due persone , una bendata e l’altra no. Quella bendata doveva muoversi nella sala piena di altre coppie così “conciate” senza parlare con la propria guida

ha-bendato-occhi_u10750901

Per far muovere la persona bendata, il conduttore doveva :

tenere la mano nel mezzo della schiena per proseguire, mettere la mano nella spalla destra o sinistra per far girare l’acciecato , ad assenza di tocco corrisponde l’immobilità

Nella sala eravamo circa 20 persone, quindi 10 bendate con 10 guidatori.. per prima opzione io ho vestito i panni del conduttore sentendo, in qualche occasione, la responsabilità della persona che stavo facendo camminare … ma poi… io amo le responsabilità, è sempre stato così!

Il turno successivo prevedeva il cambio di posizione, ed è qui che di solito fatico

Nonostante pratichi yoga da tempo memorabile, fatico a lasciarmi andare completamente , ho sempre la necessità di controllare tutto cio’ che capita attorno

Probabilmente questo dipende anche dal mio lavoro, la diretta insegna ad essere sempre attenti e preparati a gestire in brevissimo tempo diversi gradi di difficoltà

Quando, in estate, gestisco la direzione artistica dello stabilimento balneare dove lavoro, mi rendo conto di parlare sempre con una persona e di ascoltare e guardarne almeno 10 contemporaneamente, con un piede sempre pronto a partire …

Immaginavo, mentre la mia conducente mi bendava, di faticare parecchio come quando, sempre al corso di improvvisazione, ci chiedono di fissare per lungo tempo i nostri compagni negli occhi , invece è stato rassicurante, liberatorio, rilassante !

E’ stata una delle poche occasioni in cui mi sono sentita completamente protetta e diretta , accudita , guidata anche in senso lato, è stata una bellissima esperienza … ed ora, torno a dirigere i lavori per finire di organizzare la dipartita della radio per il Motorshow !

v

10 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. adblues
    Nov 20, 2008 @ 10:06:32

    Io questo giochino l’ho fatto ad un corso sull’intelligenza emotiva.
    Avevo una “compagna” che era come un tronco, non si fidava di me ed è andata a sbattere… Cavoli suoi😉

    —Alex

    Rispondi

  2. newyorker
    Nov 20, 2008 @ 12:05:03

    non c’ho capito niente ma fa lo stesso🙂

    Rispondi

  3. verypipuffa
    Nov 20, 2008 @ 12:50:40

    anch’io anni fa ho fatto una cosa simile alle lezioni di teatro… sono sensazioni strane, non è facile affidarsi così ciecamente ad altri, anche ad amici fidati.
    Vi hanno fatto fare anche la prova di fiducia in cui bisogna lasciarsi andare a peso morto nelle braccia dell’altro?

    Rispondi

  4. Arruffata
    Nov 20, 2008 @ 15:06:01

    L’esercizio descritto da pipuffa non sono MAI riuscita a farlo… quello che dici tu, Vale, invece sì, e riuscire a fidarsi è bello e liberatorio. Ma ora come ora credo che non riuscirei a fare più neanche quello!
    Posso dire una cosa a Adblues? Se tu l’avessi condotta bene rispettando la sua paura… sarebbe andato tutto liscio.😉

    Rispondi

  5. adblues
    Nov 20, 2008 @ 16:41:49

    Io ho fatto senza problemi anche il giochino del lasciarsi cadere nelle braccia dell’altro senza patemi; in effetti sono una persona che tende a fidarsi molto degli altri in generale.

    “Condurla bene rispettando la sua paura”… Interessante punto di vista. Quando facemmo questo giochino infatti mi venne questo dubbio, ossia il non essere stato in grado di “capirla” visto che l’intelligenza emotiva era proprio l’argomento del corso ma la coach mi confermò che io non avevo sbagliato proprio nulla era lei che era “impossibile”!🙂

    —Alex

    Rispondi

  6. Maury
    Nov 20, 2008 @ 23:31:12

    Vale, anche io non mi lascerei andare completamente alla guida del mio compagno, perchè, come te, ho la necessità di avere tutto sott’ occhio. Il problema è che qualche volta mi viene a mancare questa sensazione e allora mi devo fermare e al più presto cercare di riprendere il controllo della situazione. Cosa tutt’altro che facile, direi.
    Maury

    Rispondi

  7. zdora
    Nov 21, 2008 @ 10:16:22

    anch’io del cleb del “devo avere tutto sotto controllo”!

    Rispondi

  8. verypipuffa
    Nov 21, 2008 @ 12:33:26

    Ah, ma nemmeno io mi sono mai lasciata cadere a peso morto ecc… figuriamoci, con le carogne che c’erano a scuola con me.

    Rispondi

  9. valeria
    Nov 22, 2008 @ 01:27:27

    anche io tendo ad avere tutto sotto controllo pero’ quando mi capita di rilassarmi e’ bellissimo, mi pare un sogno.

    Rispondi

  10. giugiu
    Nov 24, 2008 @ 16:52:16

    che forte…mai provata una cosa del genere ma mi piacerebbe…rendermi conto di quanto mi so affidare…
    ciaooo

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: