Il mio peggior fine settimana

Il mio corpo mente e la mia mente si ribella con lacrime amare che svuota in religioso silenzio

Sono triste, arrabbiata con me stessa e con il mondo che mi circonda, non trovo, al momento, soddisfazione in nulla

Un inaspettato ritardo nel ciclo, e anche raro, mi ha fatta ben sperare per qualche giorno. Il test casalingo era negativo, sì, ma avevo la netta sensazione di muovermi x2.

Non mi è mai successo di avere un sentore così forte, probabilmente mi sono autoconvinta? eppure io la certezza ce l’avevo e come avevo questa piccola certezza ho avuto anche la morte in cuore quando mi sono accorta che evidentemente non potevo aspettare nessun bambino

Provo a pensare con il cervello e mi dico che un semplice ritardo non è sintomo, è vero!   perchè il mio corpo in silenzio mi diceva che non era un semplice e quanto mai raro ritardo ?!

Mi sono sentita tradita dal mio corpo e da chi mi sta vicino

v

Annunci

15 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. zdora
    Nov 03, 2008 @ 21:32:51

    no vale, povera vorrei esserti tanto tanto vicino adesso. ti abbraccerei e ti farei sfogare, poi però cercherei di farti sorridere, facendoti pensare che di ovuletti pronti all’ingravidamento ne sei piena, e pensa che bello quando succederà. probabilmente non era il momento giusto.

    Rispondi

  2. verypipuffa
    Nov 04, 2008 @ 08:19:21

    😦

    Rispondi

  3. gallinadoro
    Nov 04, 2008 @ 08:34:12

    avevo intuito qualcosa.
    ti capisco.
    un abbraccio forte forte.

    Rispondi

  4. gallinadoro
    Nov 04, 2008 @ 08:34:36

    quella di sopra era valeriascrive.

    Rispondi

  5. emiliano
    Nov 04, 2008 @ 09:59:36

    mi dispiace davvero tanto!
    un forte abbraccio…

    Rispondi

  6. mafaldita
    Nov 04, 2008 @ 10:05:58

    tesoro, mi dispiace. non so che altro dire: ti sono vicina!

    Rispondi

  7. Peperitapatty
    Nov 04, 2008 @ 10:07:26

    Mi sono autoconvinta anche io un paio di volte.
    Invece quando rimasi incinta di totò mi ero dimenticata che non avevo il ciclo da due mesi…

    Rispondi

  8. P@ola
    Nov 04, 2008 @ 17:32:08

    Cerca di calmarti.
    E di riflettere un po’.
    Ti stai creando delle illusioni.
    Invece di “autoconvinta” scrivi “autoillusa” e poi…considera la cosa sotto questo punto di vista.
    Capisco che tu abbia un grande desiderio, ma le convinzioni sono diverse dalle illusioni proprio perchè si devono basare su fatti. Misurabili e quantificabili.
    Non su sensazioni o altro.

    Rispondi

  9. LaVale
    Nov 04, 2008 @ 17:47:28

    cara P@ola: probabilmente io non mi sarei mai espressa come te nel commentare un post, prendo atto di quanto mi scrivi e ne farò tesoro. Attenzione però: se scrivo che avevo delle convinzioni è perchè il mio corpo mi diceva, con piccoli cambiamenti tangibili che era così, come poi non lo è più stato.. o magari la mia mente ha convinto il mio corpo a dirmi una bugia?? Grazie comunque, sono molto più tranquilla di quanto forse si evince dal mio sfogo personale sul blog. a presto

    Rispondi

  10. zdora
    Nov 05, 2008 @ 00:42:46

    paola: convinzioni o illusioni, credo faccia lo stesso male. quindi non mi soffermerei molto sui termini.

    Rispondi

  11. manulea
    Nov 05, 2008 @ 09:24:45

    Vale cara, come ti capisco. Un abbraccio forte forte. Ritentiamo, su, che è bello anche ritentare. E quelle benedette righettine rosa prima o poi arriveranno.

    Rispondi

  12. P@ola
    Nov 06, 2008 @ 07:46:27

    Peccato che tu non mi abbia capita. E anche le altre persone.
    Scrivendoti quello che ho scritto
    desideravo metterti in condizione di non illuderti una prossima volta.
    Perchè in fondo di illusione si è trattato.
    Volevo aiutarti a “vedere” in te stessa, volevo spronarti a riflettere un po’ di più e a lasciarti sopraffare “meno” dalle vicende della vita.
    Non volevo dire che non capisco il tuo dolore: lo capisco, eccome.
    Volevo darti un modo per arginare quel dolore
    la prossima volta…

    Rispondi

  13. ali
    Nov 06, 2008 @ 11:01:12

    vale aimè so di cosa parli: ormai con i miei ritardi mi comporto come con le ferrovie: aspetto che prima o poi arrivi…
    sob

    cmq non mi arrendo alle mie ovaie ho mandato Brunetta … basta scioperei…

    Rispondi

  14. giugiu
    Nov 10, 2008 @ 19:03:07

    un abbraccio forte forte! A volte penso a quando avevo il terrore della striscetta rosa… e andesso invece desiderei tanto creare una famiglia! Ti faccio un grosso in bocca al lupo! Cerca di vivere in serenità questo momento perchè lo stress non aiuta affatto! bacione g

    Rispondi

  15. ClaraVu
    Nov 19, 2008 @ 21:41:31

    Come ti capisco! Al mio primo tentativo anche io ero convinta di avercela fatta e di aver avuto un microaborto. Tutt’ora non posso essere sicura del contrario, anche se purtroppo sono passati molti mesi. Nel frattempo ho imparato a cercare segnali che però non arrivano mai, con il risultato che non posso neanche più illudermi. Un’altra cosa che ho visto su me stessa è che l’autosuggestione ha potuto molto: i mesi in cui la speranza disattesa è stata più intensa sono stati quelli con dolori mestruali più forti della mia vita, mi sembrava che mi pugnalassero. Da quando mi sono messa un po’ più l’anima in pace invece di nuovo quasi nessun dolore. Il nostro corpo a volte si comporta da nemico.
    un abbraccio (anche se a vedere dalla data ormai il momento brutto è passato)

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: