2007 Odissea al Supermercato

Ieri sera durante Info Chiocciola ho parlato di futuro !

Io adoro fare la spesa per negozietti , spesso al mattino presto , prima di venire a lavorare , vado in una piazzetta vicino a casa mia dove ci sono i negozi di una volta .. e lì ho trovato la mia “nuova” nonna locale

Ha un piccolo negozio di frutta e verdura , vende molte cose che arrivano dal suo terreno ed è un catino pieno di informazioni , battute , storie !

Inutile dire che a volte vado solo a comprare un paio di uova delle sue galline per sentire cos’ha da raccontare .. quindi l’argomento di ieri sera , da un lato , è stato come una spina nel fianco , perchè trovo sia molto freddo , anche se simpatico …

ve lo snocciolo in breve:

Lista della spesa appesa al frigorifero , scritta a mano su di una cartella magnetica collegata alla “card” del supermercato..

Staccate la card e andate al supermarket, la inserite nel carrello della spesa ed automaticamente appare nel display; se per caso non trovate qualcosa che avete in lista per l’acquisto, digitate il nome sulla tastiera ed ecco che nel display appare la mappa del negozio con il tracciato per raggiungere il reparto giusto.

Se avete un bimbo con voi e piange , girate il display, fate partire il cartone animato e zac , spesa tranquilla …

Se avete in mente di preparare una cena particolare ma non avete la ricetta , la cercate nel mini computer e vi appariranno gli ingredienti da comprare , poi alla cassa la potete stampare e portare a casa …

Non è un sogno  , al Living Tomorrow di Vilvorde-Bruxelles stanno esponendo questo tipo di tecnologia , che in parte è già in produzione

e non finisce qui , perchè alla conferenza annuale dell’Institute for Grocery Distribution hanno presentato un altro carrello per la spesa , intelligente , che vi dice se state scegliendo alimenti “giusti” (diciamo), qual’è il loro apporto calorico, di zuccheri , grassi e quindi , l’idea , è quella di presentare al cliente un prospetto di cio’ che sta per comprare e sensibilizzarlo sulla scelta migliore , con tanto di sistema di luci di allerta quando si controlla quanto salutare è la propria spesa

Finisco con le bilance intelligenti , che sono già in uso : comprate frutta o verdura , la appoggiate sul piatto e non dovete spingere nessun tasto , perchè il piatto GIA’ SA !

.. e chi alza più il naso da proprio carrello ?

muà

v

ps: Maury è per te !

10 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Maury
    Ott 12, 2007 @ 22:32:07

    Quale onore essere argomento di conversazione del tuo programma, mi fa immenso piacere, peccato non riuscirti a sentire qui.
    Mi sento anche involontario protagonista del post. Purtroppo da noi il tecnologico lascia alquanto a desiderare se si esclude lo scanner delle casse ed il pc che controlla le stesse.
    Ti confesso che già nell’ ormai lontano 2000 allo Smau (fiera della tecnologia) di Milano avevo visto, presso un espositore, un carrello spesa interamente in materiale plastico con annesso un mini monitor, tipo cellulari prima generazione, che aveva la capacità di dire al cliente il totale dell’ ammontare della sua spesa ogni qualvolta veniva introdotto o levato un articolo ed era abilitato ai pagamenti elettronici da effettuarsi presso una cassa totalmente automatizzata.
    Oh, se continueranno di questo passo, io dove vado a lavorare………. Presso la ditta produttrice di carrelli spesa????😉
    Che dire ancora grazie.🙂
    P.S. Non sai se qui nell’Alessandrino si riesce a sentire la Radio per cui lavori? Se sì dammi le frequenze.
    Un bacione
    Maury

    Rispondi

  2. valentina
    Ott 15, 2007 @ 10:06:30

    Buongiorno Maury !
    la radio è anche on web : http://www.rsd.it , quando sei nella home page , in alto a destra trovi l’icona per ascoltare .. solo che io trasmetto dalle 19 alle 20 e tu forse sei al lavoro ??!
    v

    Rispondi

  3. Giulia
    Ott 15, 2007 @ 11:49:35

    Io preferisco i negozietti dove posso scegliere anche i venditori più simpatici… Almeno fino a quando non scompariranno del tutto. Giulia

    Rispondi

  4. valentina
    Ott 16, 2007 @ 10:29:39

    Buongiorno Giulia ,
    io spero non scompaiano mai !

    Rispondi

  5. Renzah
    Ott 16, 2007 @ 11:01:40

    I negozietti spesso ti possono assicurare la genuinità ma purtroppo i prezzi sono devastanti…ma comunque i super mercati secondo me danno anche della qualità da un po di tempo a questa parte! anche perchè per cucinare ci vogliono sempre ingredienti ottimi e te lo dice uno ceh adora cucinare…un saluto dal gamberogonzo

    Rispondi

  6. valentina
    Ott 16, 2007 @ 11:08:41

    Ciao Renzah ,
    pur essendo in accordo con te per i prezzi , io pensavo e penso ancora al lato poetico , che spesso non rientra nel lato economico e /o pratico , ma confermo ancora che le 4 chiacchere con la signora del negozio sono impagabili per me .
    Capita spesso anche a me di fare la spesa settimanale al super mercato , e mi piace guardare tra gli scaffali per i nuovi prodotti , per scoprire una cucina diversa dalle nostre abitudini , ma ti ripeto , il giro mattutino per un pezzo di pane , un litro di latte , qualche frutto , poche cose ,mi regala tanto !

    Rispondi

  7. Renzah
    Ott 16, 2007 @ 11:57:02

    la dmensione umana non si discute! ovvio…il bello di quei negozietti li sta nel rapporto umana che quando non c’è diventa un semplice ed alienante rapporto tra consumatore e venditore

    Rispondi

  8. Maury
    Ott 17, 2007 @ 00:07:37

    scusa il ritardo, grazie. Sì, sono a lavorare, ma quando sono a casa di riposo il pomeriggio, prometto di ascoltarti.
    Ciaooooooooooo😉
    Maury

    Rispondi

  9. emiliano
    Ott 17, 2007 @ 09:48:50

    in pieno accordo con te: il lato umano della spesa si è perso e sarebbe bello recuperarlo.
    comunque se ci pensi in tanti aspetti della nostra vita si è persa la voglia di parlare: i giovani di 15 anni preferiscono “acchiappare” sul web con le chat, o via sms, o via msn anzichè preferire il dialiogo diretto o il classico appuntamento in piazzetta.
    Per non parlare poi dei 20enni e su di lì.

    Rispondi

  10. valentina
    Ott 17, 2007 @ 10:13:01

    Maury , grazie !
    Emiliano : conosco una ragazzina di 16 anni , la conosco molto bene , la cui mamma le vieta di andare in piazzetta , discoteca una volta ogni tanto e tutte quelle cose che non riguardano la scuola , lo trovo molto brutto perchè anche la discoteca , presa con intelligenza , è un luogo adatto per conoscere persone (naturalmente la conoscenza va approfondita con musica meno alta ) !

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: